La sede del Comune di Cervaro

Il Commissario Straordinario del Comune di Cervaro, Monica Ferrara Minolfi, ha firmato stamattina la revoca della precedente ordinanza del 21 febbraio con la quale aveva disposto la chiusura delle Ville Comunali di Cervaro per la tutela della salute pubblica e al fine di avviare una bonifica dei siti e per accertare la presenza di esche o bocconi avvelenati dopo alcune segnalazioni pervenute alla Polizia Locale e al ritrovamento di tre animali morti.

L'ordinanza firmata stamattina prende atto delle risultanze delle attività poste in essere dal dipartimento di Prevenzione della ASL di Frosinone Distretto SUD Sora - Cassino e dal Comando Polizia Locale a seguito delle quali il Tecnico della Prevenzione della ASL di Frosinone ha comunicato che: “a seguito dell’Ordinanza Commissariale n. 5 del 21.02.2020 è stata effettuata una nuova capillare ispezione delle aree delle tre ville comunali, accertando la presenza di una Tortorella morta, anch’essa da sottoporre alle opportune analisi da effettuarsi presso l’Istituto Zooprofilattico di Lazio, Toscana e Roma, mentre non state riscontrate presenze di altre esche o bocconi o altre carcasse di animali”. Dello stesso avviso è stato l'Ufficio Tecnico Comunale. Il responsabile, Dario Giovini, ha sottolineato infatti che ritiene superate le ragioni per il mantenimento dell’ordinanza n. 5 del 21.02.2020 ed esprime il proprio nulla osta all’eventuale provvedimento di revoca. 

Intanto, in questi giorni non sono arrivate agli organi di Polizia ulteriori segnalazioni di casi sospetti di morte di animali e soprattutto non è stato segnalato nessun rinvenimento di materiale sospetto che potesse essere veicolo di sostanze tossiche o nocive. Da oggi quindi le ville comunali tornano nella disponibilità della cittadinanza in quanto non persistono più le ragioni di tutela della salute pubblica.